.. Numeri di emergenza Rubrica indirizzi Contatti Ubicazione Gallerie di immagini Raccolta link Mappa del sito Print view
Cenni storici

A Rovio si vive bene


Bellezza spontanea
Alle spalle, la protezione del Monte Generoso. Davanti a sé, la vista sul bacino del Lago di Lugano. Tra intimità e apertura, Rovio è un villaggio in cui si respira l'amore per i dettagli, il senso delle tradizioni e il calore dell'accoglienza. Viziato da un clima mite e da un paesaggio naturale grandioso, Rovio ha saputo mantenere un accurato equilibrio tra evoluzione e tradizione. Le sue viuzze sono contrassegnate dalla forza della pietra, addolcita dai colori dei fiori amorevolmente coltivati. I vicoli acciottolati e le carreggiate in piode, le fontane ricavate da avelli tardoromani, i palazzotti ottocenteschi sono quasi tutti decorati da affreschi e stucchi.

 

Vita vera
Rovio è un villaggio vero. Ci sono le scuole, la biblioteca, ristoranti, grotti, un albergo con un magnifico parco, un ostello, un negozio di alimentari e altri servizi. Rovio è un paese allegro, in cui la gente si ritrova nella spontaneità degli incontri. È un punto di partenza verso immersioni in una natura incontaminata. Ed è un punto d'arrivo, una sosta rigenerante, una pausa stimolante, un respiro di vitalità.

..

Tra sacro e profano

 

Devozione e arte
È la chiesa parrocchiale dei Santi Vitale ed Agata, che risale al sec. XI, ad accogliere chi vive o visita Rovio, con la sua facciata rivisitata dall'architetto Tita Carloni nel 1996, il campanile neoclassico, un portichetto e un ossario. La Chiesa di S. Maria Assunta, detta la Gesiola, è un edificio antica cappella cinquecentesca, interessante anche per i suoi numerosi affreschi. In un punto d'avvistamento longobardo spicca la chiesetta di Sant'Agata, una costruzione anteriore al XII sec. che veglia sul villaggio. Fra le opere di architettura sacra vi sono inoltre la chiesetta di San Vigilio,del XII sec., la nicchia con la statua della Vergine, del XVII sec., la cappelletta di Gardiscia, del XIX sec. e l'edicola, con gli affreschi attribuiti a Giovanni Carlone.

 

Eleganza e signorilità
Terra di costruttori ed artisti, a Rovio sono numerose le personalità che hanno lasciato i segni di eleganza e di stile: i Carlone e i Falcone, i Galli e i Bagutti, i Manni e i Mazzetti. Dalla Casa di Domenico Bagutti ai due Palazzi aguti, Rovio è un villaggio che vive spontaneamente la cultura antica e quella del suo tempo. Ne sono un esempio anche i sarcofagi romani trasformati in fontane e lo splendido lavatoio comunale, testimonianza di quella cultura popolare che Angelo Frigerio ha saputo vivere e descrivere con passione e competenza.

..

L'incontro con la felicità

 

Passeggiare
Il sentiero che porta in vetta al Monte Generoso è un invito alla scoperta di un mondo appassionante: cappelle, ponti, le acque del Sovaglia con le sue cascate e vasche, massi erratici, resti di mulini, faggeti, testimonianze di carbonai, radure e fontane. Tra il profumo di fiori e le voci della natura. Ed è solo uno dei numerosi itinerari che partono da Rovio.

 

Gustare
Rovio è anche una terra di vini, tra cui spiccano i Merlot prodotti dalla Vini Rovio Ronco SA. Si possono gustare nei ristoranti e nei grotti del villaggio per accompagnare specialità locali semplici, ma sincere e autentiche: polenta, salumi, formaggi.

 

Riposare

Al Park-Hotel Rovio ha soggiornato anche Gerhard Hauptmann, scrittore tedesco, premio nobel nel 1912. Ispirato da una natura intatta e innocente, aveva tra l'altro ambientato a Rovio il suo miglior romanzo ("L'eretico di Soana"). Accanto a un'accoglienza di prim'ordine, l'albergo offreun giardino che spicca per l'originalità della sua vegetazione tipicamente mediterranea: azalee, camelie, magnolie, gardenie, ortensie, e oleandri convivono con limoni, ciliegi, mandarini, fragoline, pompelmi e pesche.

facsimile 199 149 ..

© rovio.ch – credits
Ultimo aggiornamento della pagina: 12.12.2012
Visualizzazione: RegolareStampa